Crea sito

Materiale di supporto solubile per la stampa 3D

2 marzo 2013

Varie

 

materiale di supporto solubile per stampa 3d - prodotto finito

La stampa 3D permette di realizzare figure anche molto complesse, tuttavia ha alcune limitazioni, non è possibile stampare particolari sospesi nel nulla, come ad esempio l’oggetto in figura.

Per aggirare il problema è possibile aggiungere delle strutture di sostegno temporanee, che verranno eliminate alla fine della stampa. Tuttavia eliminare i supporti può rivelarsi un impresa tutt’altro che semplice, soprattutto nelle costruzioni più complesse. La soluzione sarebbe, o meglio è, usare del materiale di riempimento solubile, cosi’ facendo basterebbe immergere il prototipo con ancora il materiale di riempimento nel solvente, e aspettare che il materiali di riempimento si sciolga per avere il prototipo finito.

Matt Stultz è stampa immersa nel limoneneriuscito nell’impresa utilizzando un filamento di HIPS (High Impact Poly Styrene) e uno di ABS in una stampante con due estrusori. Le plastiche legano bene durante la fase di stampa, entrambe si estrudono a 235°C ma l’ HIPS ha la caratteristica di sciogliersi nel limonene.

Stampando con questa tecnica basterà immergere il prototipo nel limonene per 24 ore, agitandolo di tanto in tanto, per ripulire l’ABS da tutto l’HIPS.

Questo e’ il link al articolo di Matt Stultz su 3D printing previdence.

 

,

Comments are closed.